silvia bolognese al letto non procrastinare

Procrastinare mai, agire subito

Se oggi non vivi la vita dei tuoi sogni é perché ieri hai deciso di rimandare a domani.

La procrastinazione è quell’abitudine nociva che induce ad affrontare gli impegni in un ipotetico e non meglio identificato futuro.

Che sia da imputare alle congiunzioni astrali verificatesi al momento del concepimento, all’oroscopo o alla confusione mentale post covid, poco importa.

L’arte di procrastinare pare essere diventata una moda del momento cui aderire con coscienza leggera, salvo poi ritrovarci ogni sera a letto insoddisfatte, con gli occhi fissi sul soffitto a rimuginare su quanto non fatto nel corso della giornata.

Esistono almeno tre ragioni per cui tendi a procrastinare:

  1. Non hai le idee chiare sul da farsi : Quante volte ti capita di dover lavorare su un progetto e non sapere assolutamente da dove iniziare?
  2. Preferisci un leggero piacere immediato a un’ipotetica soddisfazione futura. Per questo, più che osservare la linea netta che appare e scompare su una pagina Word, che dovrebbe diventare il concept del tuo progetto, preferisci gratificarti controllando chi ha messo like al post che hai condiviso stamattina su Facebook.
  3. Sovrastimi il tuo “io futuro”, pensando che sicuramente domani avrai l’intuizione della vita e scriverai un progetto da Pulitzer.

Se sei arrivato su questa pagina, sai già che nessuna delle tre ragioni che puoi addurre, porteranno risultati.

Ecco perché voglio aiutarti, raccontandoti due modi semplici e veloci per trasformare il circolo vizioso della procrastinazione nel circolo virtuoso dell’efficacia:

  • Metti lo smartphone in modalità “non disturbare”: a meno che tu non debba salvare vite umane su WhatsApp, non farti disturbare dal tuo stesso telefono. Sono sicura che il mondo possa andare avanti senza di te per un paio d’ore! Lo strumento che utilizzi ogni giorno per restare connesso con il mondo è, in realtà, il primo motivo della tua distrazione. Cerca di trovare tempo per te stesso e per le tue idee. Allontana la tecnologia per focalizzarti sulle idee e trasformarle in azioni concrete.
  • Adotta la regola dei cinque secondi di Mel Robbins: nel momento in cui decidi di iniziare a lavorare su qualcosa fai il conto alla rovescia da 5 a 1 e inizia. Mi raccomando, non bisogna barare. Se pensi di non potercela fare, prova a cominciare con un tempo minimo di “distanza”, per poi aumentarlo di giorno in giorno.

Procrastinare è un’abitudine: abbandonala!

Non iniziare a raccontarti scuse, gioca d’anticipo e combatti la pigrizia mentale.

Agisci subito e… tutto inizierà ad apparirti più chiaro.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *