silvia bolognese business coach essere multitasking

Essere multitasking, con moderazione

Sono stata per anni orgogliosa della mia capacità di gestire più cose contemporaneamente. Pensavo che essere multitasking fosse una specie di superpotere di cui l’universo mi aveva dotato.

C’è stato un momento in cui mi sono resa conto di quanto questo modo di gestire le attività professionali, gli spunti creativi, la crescita personale, la vita privata, lo sport, le passioni (e quant’altro puoi immaginare una multitasker seriale possa vivere in un’unica settimana), mi rendeva in realtà più stressata e meno produttiva.

Il cervello umano è programmato per gestire una sola attività per volta, se sovraccaricato finisce per rendere meno.

Uno studio della ricercatrice della University of California, Gloria Marks, dimostra che ogni volta che passiamo da un’attività all’altra impieghiamo circa 23 minuti e 15 secondi per ritrovare la concentrazione.

Ecco quindi 5 consigli per smettere di saltellare da un’attività all’altra o, peggio, di gestirne più contemporaneamente:

ELENCA: ogni sera fai una lista di tutte le attività che vorresti svolgere il giorno successivo. L’idea non ti convince? Prova. Rendila un’abitudine e vedrai che non te ne pentirai;

VAI ALL’ESSENZA: elimina le attività non urgenti. Cerca di selezionare le operazioni che senti necessarie al raggiungimento dei tuoi obiettivi. Elimina la ridondanza. Poche, essenziali: meritano la tua completa attenzione e dedizione;

ASSEGNA LA PRIORITÀ: numera le attività in ordine di importanza. Dare la precedenza a un aspetto in particolare, piuttosto che al tutto, ti sarà di aiuto per darti una tempistica certa, finalizzata a realizzare azioni specifiche;

FOCALIZZATI: usa la “tecnica del pomodoro” per concentrarti su un’unica attività per volta. Cosa significa? Molto semplicemente: individua i compiti da svolgere durante la giornata; lavora per 25 minuti senza farti deconcentrare, scadenzandoli con un timer da cucina. Quando questo segna la fine, fermati e fai una pausa di 5 minuti. Ricomincia la sequenza, lavorando per altri 25 minuti;

APPUNTA: tieni un quaderno accanto a te mentre lavori, appunterai lì tutte le idee che ti vengono nell’arco della giornata.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *